SportFair.it – 8 de junio de 2018

La Queens’ Cavalcade Sardegna 2018, dopo il patrocinio di ENIT e CONI, riceve anche il benestare della Regione Sardegna e del Consorzio Costa Smeralda

Nonostante lo svolgimento sia previsto per l’autunno, si stanno delineando i contenuti della Queens’ Cavalcade Sardegna 2018. La particolare vocazione turistico-sportiva dell’evento spinge gli organizzatori a trovare il giusto mix tra il piacere di soddisfare la guida dei mezzi che i motociclisti utilizzeranno attraverso paesaggi affascinanti e la possibilità di nutrire la propria cultura, visitando luoghi che hanno fatto la storia del territorio.

Innegabile per la Sardegna è questa ulteriore opportunità di promozione del proprio patrimonio turistico, e a questo proposito si attendono i riscontri da parte dell’assessorato al Turismo della Regione Sardegna, alla quale il progetto fu presentato nello scorso mese di gennaio. Nel frattempo, ENIT, CONI, Regione Sardegna e COSORZIO COSTA SMERALDA hanno gentilmente concesso il loro patrocinio alla manifestazione, così come i Comuni in cu la carovana dei partecipanti sosterà, stanno collaborando per offrire la miglior immagine.

La macchina organizzativa della Queens’ Cavalcade Sardegna 2018 procede a pieno ritmo. Definito nei particolari il percorso di circa 900 km che condurrà i partecipanti attraverso le infinite ricchezze dell’isola, in questi giorni i ricognitori stanno rilevando metro per metro i singoli percorsi che uniranno il prologo e le quattro tappe dell’evento. Anche la troupe incaricata di produrre il film ufficiale della gara, che verrà distribuito in moltissime reti televisive internazionali, sarà, durante la prossima settimana sull’isola, per sopralluoghi e per girare alcune immagini da presentare in occasione delle promozioni previste dall’organizzatore, durante l’estate.

Dopo la partenza del prologo da Olbia, nella tarda mattinata del 2 ottobre, i partecipanti percorreranno gli interni della Gallura fino a raggiungere nel pomeriggio Su Gologne, dove saranno intrattenuti con una tipica cena barbaricina. I piaceri della tavola, costituiscono un must della Queens’ Cavalcade.

Il giorno successivo attraverso il Nuorese, tagliando Barbagia e Supramonte, toccheranno il Sarcidano per raggiungere Barumini, dove è prevista una sosta per visitare il complesso di Su Nuraxu. Alla ripartenza, l’ago della bussola sarà fisso su Cagliari, dove la carovana arriverà dal Poetto. Visita della città e sosta prevista presso la ex struttura militare dell’aeroporto di Elmas, risalente agli anni trenta, un tesoro da conoscere.

La seconda tappa, lascerà Cagliari, percorrendo strade del Sulcis ed Iglesiente per Montevecchio e le sue miniere che i motociclisti raggiungeranno percorrendo la statale 126. Nella seconda parte della giornata attraverso l’oristanese, sarà Tharros ad accogliere l’arrivo, immediatamente presso l’ingresso della sua zona archeologica, che i partecipanti avranno la possibilità di visitare, prima del breve trasferimento che lo porterà al meritato riposo di Is Arenas.

La terza tappa, vedrà la carovana risalire, percorrendo la litoranea che da Bosa conduce ad Alghero, dove una sosta è d’obbligo. Così dopo avere ammirato bastioni e stradine della città vecchia, ed avere assaporato alcune chicche della cucina Algherese, i motori si riaccenderanno per raggiungere la costa nord, non prima di essere sfilati dinanzi alla Basilica di Saccargia. Sarà il Bastione di Castelsardo con la sua vista mozzafiato, a decretare la fine della terza tappa.

Ultimo giorno all’insegna delle meraviglie della Gallura: dapprima attraverso il paesaggio incantato della Valle della Luna, poi, sule sue coste turchesi, fino a Porto Cervo, che farà da cornice ad una edizione della Queens’ Cavalcade molto attesa. Festa e premiazioni nella serata del 6 ottobre, mentre, nella mattinata successiva, il Consorzio Costa Smeralda, sta organizzando per i partecipanti, a chiusura dell’evento, una visita all’olivo di Luras, l’albero più antico d’Europa.

Nonostante alla manifestazione manchino ancora quattro mesi, sono già molti coloro che hanno richiesto di poter partecipare. Oltre a Stefano Sala, vincitore delle due precedenti edizioni, fanno spicco una motociclista sudafricana ed un australiano collezionista di Moto Guzzi. Anche un grande campione, plurivincitore della Parigi-Dakar, sia in moto che in auto, ha annunciato la sua presenza assieme alla moglie, anch’essa campionessa motociclista. Il regolamento prescrive che anche i rappresentanti della stampa debbano partecipare in sella ad una moto, per vivere in maniera assoluta l’esperienza della Queens, così arriveranno, come negli anni passati, giornalisti da diversi Paesi, alcuni dei quali sono stati presenti fin dalla prima edizione.

Quest’anno, poi, è stata annunciata la novità di un torneo di golf, riservato ai soci del club QC (coloro che hanno partecipato almeno ad una Queens’ Cavalcade), che si affronteranno sul green del Pevero, nei giorni precedenti alla partenza. Riuscirà la Sardegna a battere il record di rappresentanti di 13 diverse nazioni presenti all’evento?  Le premesse ci sono tutte.

Leer el artículo original