RidersMagazine.it – 19 marzo 2018

Tutto pronto per la Queens’ Cavalcade Sardegna 2018

Dopo la prima edizione alle Canarie, la seconda nel Centro Italia, ora tocca alla Sardegna. Ebbene sì, il prossimo 2 aprile si apriranno le iscrizioni alla Queens’ Cavalcade Sardegna 2018. Per chi non lo conoscesse si tratta di un evento motociclistico internazionale turistico-sportivo che raccoglie partecipanti da diversi Paesi. Le moto iscritte saranno suddivise in due gruppi: costruite fino al 1988 e mono e bicilindrici costruiti a partire dal 1989.

La prova sarà di regolarità classica suddivisa in quattro tappe poco impegnative per uomini e mezzi. Questo per dare maggior risalto a un aspetto spesso sottovalutato, cioè lo spirito di aggregazione e condivisione dei partecipanti, oltre a una migliore immersione nel territorio. Un’ulteriore e importante caratteristica di questo evento sarà la possibilità di portare un passeggero L’evento si svolgerà su strade aperte al traffico

Soggiorni in hotel di lusso, cene gourmet, trasporto dei bagagli personali, assistenza meccanica, assistenza sanitaria, light lunch dedicati alle specialità gastronomiche del territorio e tante altre attenzioni renderanno per tutti, la Queens’ Cavalcade un’esperienza indimenticabile.

La partecipazione è riservata a un massimo di cento moto e, ai primi 20 iscritti, l’organizzazione offrirà il trasferimento della moto da Livorno, Civitavecchia, Genova, Savona e Barcellona verso Olbia o Golfo Aranci e ritorno.

La Queens’ Cavalcade attraversa un Paese diverso ogni anno. Nel 2016 ha sedotto con le sue tappe all’interno delle isole Canarie, nel 2017 si è svolta nelle regioni centrali d’Italia: cinque giorni vissuti al di là dello spazio e del tempo, percorrendo duemila anni di storia e civiltà. Ma il successo dell’edizione passata è stato tale da indurre gli organizzatori a rimanere in Italia per un secondo anno consecutivo. La manifestazione avrà inizio il 2 di ottobre a Olbia, il percorso si snoderà attraverso strade di tutta l’isola, immerse negli imprevedibili paesaggi della costa come dell’entroterra. Luoghi spesso sconosciuti anche dai frequentatori di questa isola. L’arrivo è previsto per il 6 ottobre in Costa Smeralda, a Porto Cervo, dove, dopo novecento chilometri, i partecipanti si concederanno il meritato riposo. Guidate rilassati, godetevi l’atmosfera indimenticabile di un viaggio nell’isola dei nuraghi e se proprio volete un consiglio… trovate un posto nel bagaglio per un costume da bagno, non si sa mai!

Tutte le informazioni sul sito ufficiale.

Leggi l’articolo originale