Il Leoncino Benelli alla Queens’ Cavalcade

Era la primavera del 1911 quando Teresa Benelli, rimasta vedova, impiegò tutto il capitale di famiglia per realizzare un’officina meccanica e garantire così un’occupazione certa ai suoi sei figli.

Benelli LogoIn principio era soltanto un garage di riparazioni, dove però venivano realizzati alcuni pezzi di ricambi per macchine e motocicli. Ma i sei fratelli Benelli avevano aspirazioni ben più grandi: costruire motociclette.
Nel dicembre del 1921 fece la sua comparsa la prima motocicletta Benelli: il “Velomotore”, una motoleggera di 98 cc a 2 tempi, cui fece seguito nel 1923 una versione di 147 cc. E proprio con un tipo più spinto di quest’ultima motocicletta, Tonino Benelli cominciò a cogliere quelle vittorie che faranno conoscere la Casa pesarese in tutta Europa.

Nel 1951 nasce il Leoncino e, a decretarne il clamoroso successo di vendite, fu la conquista nel 1953 del primo Motogiro d’Italia con il bolognese Tartarini.

Benelli - Leoncino

Benelli – Leoncino

Dopo 65 anni, il Leoncino, splendida riedizione moderna, torna a cercare gloria alla Queens’ Cavalcade, dove l’australiano Mark Townsend, tenterà di emulare le gesta il connazionale Ken Carruthers, campione del mondo con la Benelli nel 1969.

Sempre all’avanguardia tecnologica, nella produzione di modelli straordinari, nel dicembre 2005 la Benelli diviene proprietà del gruppo Q.J.

Quianjiang è una corporation situata a Wenling dove 14mila persone producono ogni anno più di 1.200.000 veicoli a due ruote, e oltre due milioni di motori, in una fabbrica ultra moderna dalle dimensioni di una città (670.000 mq la sola area di produzione). Quianjiang è focalizzata sulla qualità, avendo ricevuto il riconoscimento internazionale ISO 9001 certificato dal 1997. Circa il 20% della sua produzione viene esportato oltre confine, America ed Europa incluse.

Dopo 107 anni, il marchio Benelli continua a guardare al futuro.