Recensioni e uscite stampa nei migliori blog del settore motociclismo internazionale

la gazzetta dello sport

La Gazzetta dello Sport – 4 Settembre 2017

Queen’s Cavalcade, riparte l’emozione: Centro Italia protagonista

Dopo la prima edizione alle Canarie, è tutto pronto a Lido di Camaiore per la partenza della seconda edizione della prova di regolarità classica per motocicli costruiti fino al 1987 e motocicli bicilindrici costruiti a partire dal 1988. Il via il 19 settembre, chiusura dopo 5 giorni a a Roma

La locandina dell'edizione 2017

Mancano pochi giorni all’evento motociclistico turistico-sportivo dell’anno, con partenza dalla Versilia e un occhio agli scorci più belli del Centro Italia. Parliamo della Queen’s Cavalcade motociclistica, cinque giorni di viaggio, un percorso lungo oltre 800 km che partirà il 19 settembre da Lido di Camaiore e si concluderà il 24 settembre a Roma, dopo aver toccato gran parte della Toscana, l’Emilia Romagna, l’Umbria e il Lazio.

ISCRIZIONI — Le iscrizioni hanno raggiunto un elevato numero di partecipanti che provengono da ben 14 Paesi, fra i quali Australia, Giappone, Taipei, Stati Uniti e Russia. Molti sono gli stessi che hanno già preso parte alla prima edizione del 2016, alle isole Canarie. Il tour previsto per le prime due giornate (20-21 settembre) toccherà gran parte della Versilia e delle città limitrofe. Nello specifico i bikers partiranno da Lido di Camaiore per poi raggiungere Pisa (Piazza dei Miracoli), Lucca (attraverso le sue mura), Pietrasanta (Piazza Duomo) e infine dirigersi verso le Cave di Marmo di Carrara, ospiti dell’Associazione degli Agri Marmiferi di Massa, con un saluto al Fortino di Piazza Garibaldi a Forte dei Marmi.
CHE COS’È — La Queen’s Cavalcade è una prova di ‘regolarità classica’ suddivisa in quattro tappe che vuole privilegiare lo spirito di aggregazione e di condivisione dell’evento e dove tutti i partecipanti saranno in condizione di competere alla conquista del Queens’ Trophy. La partecipazione sarà riservata ad un numero limitato di motocicli, suddivisi in due gruppi: motocicli costruiti fino al 1987 e motocicli bicilindrici costruiti a partire dal 1988.
Un'immagine della Queen's Cavalcade
L’IDEATORE — Daniele Papi, ideatore e anima del progetto, conosce bene il mondo delle regine, come gli appassionati sono soliti chiamare le loro motociclette: toscano doc, classe 1949, è stato infatti Commissario Tecnico della Nazionale di Enduro a cavallo degli anni ’70 e ’80. “L’idea della Queens’ Cavalcade è nata quasi per scherzo – racconta – sollecitato da amici, ho pensato di organizzare un incontro per sfatare alcuni luoghi comuni da sempre radicati nel mondo del motociclismo, ovvero il fatto che coloro che viaggiano su moto d’epoca non vogliono mescolarsi con coloro che possiedono moto moderne e che chi viaggia su una Harley-Davidson non gradisce partecipare a convegni nei quali vi sono moto di altre marche. L’idea era quella di un evento dedicato alle due ruote che avesse però due anime al suo interno, ovvero quella turistica e quella competitiva”.
Leggi l’articolo originale
la-gazzetta-di-viareggio

La Gazzetta di Viareggio -28 Agosto 2017

Pietrasanta

Successo di iscrizioni per la seconda edizione della Queens’ Cavalcade

lunedì, 28 agosto 2017, 15:33

Manca meno di un mese all’evento motociclistico turistico-sportivo dell’anno, con partenza dalla Versilia edun occhio agli scorci più belli del Centro Italia. Sono pochi infatti i giorni che ci separano dal pronti-attenti-via di quello che è diventato un vero e proprio istant-classic del motociclismo moderno: cinque giorni di viaggio, un percorso lungo oltre 800 km che partirà il 19 settembre da Lido di Camaiore e si concluderà il 24 settembre a Roma, dopo aver toccato gran parte della Toscana, l’Emilia Romagna, l’Umbria e il Lazio.

Le iscrizioni hanno raggiunto un elevato numero dipartecipanti che provengono daben 14 Paesi, fra i quali, con piacevole sorpresa dell’organizzazione, Australia, Giappone, Taipei, Stati Uniti e Russia. Molti sono gli stessi che hanno già preso parte alla prima edizione della Queens’ Cavalcade (avvenuta lo scorso anno alle isole Canarie), per altri sarà la prima esperienza, vuoi per il passaparola avvenuto dopo il successo del 2016, vuoi per la curiosità di partecipare ad un evento unico nel panorama del motociclismo internazionale.

Il tour previsto per le prime due giornate(20-21 settembre)toccherà gran parte della Versilia e delle città limitrofe. Nello specifico i bikers partiranno da Lido di Camaiore per poi raggiungere Pisa (Piazza dei Miracoli), Lucca (attraverso le sue mura), Pietrasanta (Piazza Duomo) e infine dirigersi verso le Cave di Marmo di Carrara, ospiti dell’Associazione degli Agri Marmiferi di Massa, con un saluto al Fortino di Piazza Garibaldi a Forte dei Marmi.

Il Sindaco di Pietrasanta Massimo Mallegni si è detto entusiasta ed ha già confermato la sua presenza almeno alle prime tappe del tour. Non solo. Il Comune di Pietrasanta ha messo a disposizione di partecipanti, ospiti e rappresentanti della stampa il seicentesco Chiostro di S.Agostino per ildinner in programma il 20 settembre, al termine della prima tappa. Una cornice tanto unica quanto preziosache si va ad aggiungere al già nutrito carnet artistico di questa edizione 2017 patrocinata da Enit, l’Agenzia Nazionale del Turismo.

E’ un piacere per me poter presenziare a questo originalissimo evento turistico-sportivo, afferma il Sindaco Mallegni. Oltre ad essere un momento di aggregazione e svago, sarà sicuramente l’occasione per far conoscere Pietrasanta e le sue bellezze artistico-culturali alle decine e decine di motociclisti provenienti da più parti del mondo, che potranno apprezzare e perché no, innamorarsi della nostra cittadina. Sicuramente si tratta di un evento unico ed esclusivo per il nostro Comune e di questo devo ringraziare Daniele Papi che ci ha voluto rendere omaggioscegliendo Pietrasanta come una delle tappe più importanti della Queens’ Cavalcade 2017.

E il passaggio del gruppo QC17 attraverso la Piazza del Duomo non passerà  certo inosservato, non solo per il rombo dei motori. Il gruppo Queens’ infatti, quando si sposta, lo fa in maniera compatta, al fine di supportare i suoi bikers nelle necessità che emergono durante tutto il percorso.

La Queens’ Cavalcade èuna ‘macchina’ composta da quasi 100 persone, spiega il patron Daniele Papi, fra partecipanti, staff tecnico, rappresentanti della stampa e organizzatori. Siamo un gruppo solido che mette anima e corpo in quello che fa,affinché tutto sia curato nei minimi particolari. Niente è lasciato al caso: vogliamo che i bikers, come è già successo lo scorso anno durante la prima edizione, ricavino un ricordo indelebile diquesta originalissima esperienza sulle due ruote.

Ma che cos’è la QUEENS’ CAVALCADE?

Si tratta di un evento a respiro internazionale che raccoglie partecipanti provenienti da molte nazioni europee e non solo, che ha ottenuto uno strepitoso successo lo scorso ottobre alle Isole Canarie, durante la sua prima edizione.

Nello specifico, si tratta una prova di ‘regolarità classica’ suddivisa in quattro tappe che vuole privilegiare lo spirito di aggregazione e di condivisione dell’evento e dove tutti i partecipanti saranno in condizione di competere alla conquista del Queens’ Trophy. La partecipazione sarà riservata ad un numero limitato di motocicli, suddivisi in due gruppi: motocicli costruiti fino al 1987 e motocicli bicilindrici costruiti a partire dal 1988.

Daniele Papi, ideatore e anima del progetto, conosce bene il mondo delle regine, come gli appassionati sono soliti chiamare le loro motociclette: toscano doc, classe 1949, è stato infatti Commissario Tecnico della Nazionale di Enduro a cavallo degli anni ’70 e ’80 quando, sotto la sua guida, l’Italia vinse il titolo mondiale (1979,1980,1981). Dal 1982 fu Presidente del Settore Tecnico della Federazione Motociclistica Italianae dal 1984 per Yamaha costituì e gestì la partecipazione ufficiale alla Paris-Dakar, e coordinò l’attività sportiva del marchio giapponese in velocità, motocross, enduro, per una decina d’anni. Non stupisce quindi se il suo cuore ‘viaggia su due ruote’, meglio se accompagnato da buoni amici, paesaggi mozzafiato e un tocco di ars culinaria che non guasta mai.

L’idea della Queens’ Cavalcade è nata quasi per scherzo, direi per una scommessa fatta con alcuni amici, vecchi collaboratori e compagni di sportive, racconta Papi. Vivo da anni alle Isole Canarie e da tempo non mi occupavo più di motociclismo, dopo aver dedicato tutta la vita alle due ruote. Sollecitato da amici appunto, ho pensato di organizzare un incontro per sfatare alcuni luoghi comuni da sempre radicati nel mondo del motociclismo, ovvero il fatto che coloro che viaggiano su moto d’epoca non vogliono mescolarsi con coloro che possiedono moto moderne e che chi viaggia su una Harley-Davidson non gradisce partecipare a convegni nei quali vi sono moto di altre marche. L’idea era quella di un evento dedicato alle due ruote che avesse però due anime al suo interno, ovvero quella turistica e quella competitiva.

E’ partito così il progetto, prosegue Daniele, che inizialmente sembrava più unasfida e avrebbe dovuto nascere e compiersi nel giro di una settimana. In realtà la forma di questo evento ha assunto dimensioni inaspettate e l’entusiasmo dei partecipanti mi ha fatto presto capire che la portata della Queens’ andava ben oltre il semplice tour motociclistico. Era nato un gruppo, un’intesa, un’amicizia e uno spirito di aggregazione che solo i veri bikers riescono a creare. E’ stato naturale dunque, in sede di conferenza stampa conclusiva dell’evento, che si parlasse già della seconda edizione, del dove e quando la Queens’ avrebbe potuto vivere nuovamente.

La location scelta per questa seconda edizione è il centro Italia, con le sue colline, l’arte, la cultura millenaria e il buon vino e la griglia di partenza si formerà proprio in Versilia.

Durante il tragitto soggiorneremo in location mozzafiato, ci spiega Papi, e ci diletteremo a testare i prodotti tipici locali, un vanto per la nostra Italia: passeremo da ristoranti stellati e semplici locande, dove la parola d’ordine sarà: tradizione.

Se è vero che il cuore di un motociclista non si misura in pulsazioni, ma in numero di giri, siamo sicuri che quello dei partecipanti della QC 2017 batterà davvero forte !

Leggi l’articolo originale

Geo News

GeoNews – 22 Agosto 2017

Geo NewsDa Lido di Camaiore l’edizione 2017 della Queens’ Cavalcade

Manca esattamente un mese all’evento motociclistico turistico-sportivo dell’anno, la Queen’s Cavalcade, con partenza dalla Versilia ed un occhio agli scorci più belli del Centro Italia. Sono solo trenta infatti i giorni che separano dal pronti-attenti-via di quello che è diventato un vero e proprio istant-classic del motociclismo moderno: cinque giorni di viaggio, un percorso lungo oltre 800 chilometri che partirà il 19 settembre da Lido di Camaiore e si concluderà il 24 settembre a Roma, dopo aver toccato gran parte della Toscana, l’Emilia Romagna, l’Umbria e il Lazio.Le iscrizion…

Leggi l’articolo originale

SoWhere

SoWhere – 22 Agosto 2017

Queens’ Cavalcade 2017


Queens' Cavalcade 2017

Da Martedì 19 Settembre alle 15:30 a Domenica 24 Settembre alle 12:00

Italy
Città della Pieve (PG)

Queens’ Cavalcade 2017

Da Martedì 19 Settembre alle 15:30 a Domenica 24 Settembre alle 12:00


Queens’ Cavalcade

La seconda edizione di Quesns’ Cavalcade, l’evento motociclistico turistico-sportivo del 2017 si svolgerà sui percorsi più belli del centro Italia, attraversando città d’arte, piazze, territori famosi ed amati in tutto il mondo. Saranno solo 100 i privilegiati ammessi a questo instant classic della più raffinata filosofia motociclistica.

Leggi l’articolo originale

Where event

Wherevent – 21 Agosto 2017

Where eventQueens’ Cavalcade 2017

Event in Maranzano

Italy

till

Organized by : Queens’ Cavalcade

La seconda edizione di Queesns’ Cavalcade, l’evento motocuclistico turistico-sportivo del 2017 si svolfìgerà sui percorsi più belli del centro Italia, attraversando città d’arte, piazze, territori famosi ed amati in tutto il mondo. Saranno solo 100 i privilegiati ammessi a questo instant classic della più raffinata filosofia motociclistica.

Leggi l’articolo originale

Il Punto Stampa

Il Punto Stampa – 22 Agosto 2017

Per la seconda edizione della Queens’ Cavalcade: partecipanti anche da Australia, Taipei e Giappone.

VERSILIA (LU)- Manca esattamente un mese all’evento motociclistico turistico-sportivo dell’anno, con partenza dalla Versilia ed un occhio agli scorci più belli del Centro Italia. Sono solo trenta infatti i giorni che ci separano dal pronti-attenti-via di quello che è diventato un vero e proprio istant-classic del motociclismo moderno: cinque giorni di viaggio, un percorso lungo oltre 800 km che partirà il 19 settembre da Lido di Camaiore e si concluderà il 24 settembre a Roma, dopo aver toccato gran parte della Toscana, l’Emilia Romagna, l’Umbria e il Lazio.

Le iscrizioni hanno raggiunto un elevato numero di partecipanti che provengono da ben 14 Paesi, fra i quali, con piacevole sorpresa dell’organizzazione, Australia, Giappone, Taipei, Stati Uniti e Russia. Molti sono gli stessi che hanno già preso parte alla prima edizione della Queens’ Cavalcade (avvenuta lo scorso anno alle isole Canarie), per altri sarà la prima esperienza, vuoi per il passaparola avvenuto dopo il successo del 2016, vuoi per la curiosità di partecipare ad un evento unico nel panorama del motociclismo internazionale.

Il tour previsto per le prime due giornate (20-21 settembre) toccherà gran parte della Versilia e delle città limitrofe. Nello specifico i bikers partiranno da Lido di Camaiore per poi raggiungere Pisa (Piazza dei Miracoli), Lucca (attraverso le sue mura), Pietrasanta (Piazza Duomo) e infine dirigersi verso le Cave di Marmo di Carrara, ospiti dell’Associazione degli Agri Marmiferi di Massa, con un saluto al Fortino di Piazza Garibaldi a Forte dei Marmi.

Il Sindaco di Pietrasanta Massimo Mallegni si è detto entusiasta ed ha già confermato la sua presenza almeno alle prime tappe del tour. Non solo. Il Comune di Pietrasanta ha messo a disposizione di partecipanti, ospiti e rappresentanti della stampa il seicentesco Chiostro di S.Agostino per il dinner in programma il 20 settembre, al termine della prima tappa. Una cornice tanto unica quanto preziosa che si va ad aggiungere al già nutrito carnet artistico di questa edizione 2017 patrocinata da Enit, l’Agenzia Nazionale del Turismo.

E’ un piacere per me poter presenziare a questo originalissimo evento turistico-sportivo, afferma il Sindaco Mallegni. Oltre ad essere un momento di aggregazione e svago, sarà sicuramente l’occasione per far conoscere Pietrasanta e le sue bellezze artistico-culturali alle decine e decine di motociclisti provenienti da più parti del mondo, che potranno apprezzare e perché no, innamorarsi della nostra cittadina. Sicuramente si tratta di un evento unico ed esclusivo per il nostro Comune e di questo devo ringraziare Daniele Papi che ci ha voluto rendere omaggio scegliendo Pietrasanta come una delle tappe più importanti della Queens’ Cavalcade 2017.

E il passaggio del gruppo QC17 attraverso la Piazza del Duomo non passerà certo inosservato, non solo per il rombo dei motori. Il gruppo Queens’ infatti, quando si sposta, lo fa in maniera compatta, al fine di supportare i suoi bikers nelle necessità che emergono durante tutto il percorso.

La Queens’ Cavalcade è una ‘macchina’ composta da quasi 100 persone, spiega il patron Daniele Papi, fra partecipanti, staff tecnico, rappresentanti della stampa e organizzatori. Siamo un gruppo solido che mette anima e corpo in quello che fa, affinché tutto sia curato nei minimi particolari. Niente è lasciato al caso: vogliamo che i bikers, come è già successo lo scorso anno durante la prima edizione, ricavino un ricordo indelebile di questa originalissima esperienza sulle due ruote.

Ma che cos’è la QUEENS’ CAVALCADE?

Si tratta di un evento a respiro internazionale che raccoglie partecipanti provenienti da molte nazioni europee e non solo, che ha ottenuto uno strepitoso successo lo scorso ottobre alle Isole Canarie, durante la sua prima edizione.

Nello specifico, si tratta una prova di ‘regolarità classica’ suddivisa in quattro tappe che vuole privilegiare lo spirito di aggregazione e di condivisione dell’evento e dove tutti i partecipanti saranno in condizione di competere alla conquista del Queens’ Trophy. La partecipazione sarà riservata ad un numero limitato di motocicli, suddivisi in due gruppi: motocicli costruiti fino al 1987 e motocicli bicilindrici costruiti a partire dal 1988.

Daniele Papi, ideatore e anima del progetto, conosce bene il mondo delle regine, come gli appassionati sono soliti chiamare le loro motociclette: toscano doc, classe 1949, è stato infatti Commissario Tecnico della Nazionale di Enduro a cavallo degli anni ’70 e ’80 quando, sotto la sua guida, l’Italia vinse il titolo mondiale (1979,1980,1981). Dal 1982 fu Presidente del Settore Tecnico della Federazione Motociclistica Italiana e dal 1984 per Yamaha costituì e gestì la partecipazione ufficiale alla Paris-Dakar, e coordinò l’attività sportiva del marchio giapponese in velocità, motocross, enduro, per una decina d’anni. Non stupisce quindi se il suo cuore ‘viaggia su due ruote’, meglio se accompagnato da buoni amici, paesaggi mozzafiato e un tocco di ars culinaria che non guasta mai.

L’idea della Queens’ Cavalcade è nata quasi per scherzo, direi per una scommessa fatta con alcuni amici, vecchi collaboratori e compagni di sportive, racconta Papi. Vivo da anni alle Isole Canarie e da tempo non mi occupavo più di motociclismo, dopo aver dedicato tutta la vita alle due ruote. Sollecitato da amici appunto, ho pensato di organizzare un incontro per sfatare alcuni luoghi comuni da sempre radicati nel mondo del motociclismo, ovvero il fatto che coloro che viaggiano su moto d’epoca non vogliono mescolarsi con coloro che possiedono moto moderne e che chi viaggia su una Harley-Davidson non gradisce partecipare a convegni nei quali vi sono moto di altre marche. L’idea era quella di un evento dedicato alle due ruote che avesse però due anime al suo interno, ovvero quella turistica e quella competitiva.

E’ partito così il progetto, prosegue Daniele, che inizialmente sembrava più una sfida e avrebbe dovuto nascere e compiersi nel giro di una settimana. In realtà la forma di questo evento ha assunto dimensioni inaspettate e l’entusiasmo dei partecipanti mi ha fatto presto capire che la portata della Queens’ andava ben oltre il semplice tour motociclistico . Era nato un gruppo, un’intesa, un’amicizia e uno spirito di aggregazione che solo i veri bikers riescono a creare. E’ stato naturale dunque, in sede di conferenza stampa conclusiva dell’evento, che si parlasse già della seconda edizione, del dove e quando la Queens’ avrebbe potuto vivere nuovamente.

La location scelta per questa seconda edizione è il centro Italia, con le sue colline, l’arte, la cultura millenaria e il buon vino e la griglia di partenza si formerà proprio in Versilia.

Durante il tragitto soggiorneremo in location mozzafiato, ci spiega Papi, e ci diletteremo a testare i prodotti tipici locali, un vanto per la nostra Italia: passeremo da ristoranti stellati e semplici locande, dove la parola d’ordine sarà: tradizione.

Se è vero che il cuore di un motociclista non si misura in pulsazioni, ma in numero di giri, siamo sicuri che quello dei partecipanti della QC 2017 batterà davvero forte !

Leggi l’articolo originale

Lucca Live

Lucca Live – 21 Agosto 2017

La Queens’ Cavalcade 2017 partirà dalla Versilia il 19 settembre

Successo di iscrizioni

per la seconda edizione della Queens’ Cavalcade:

partecipanti anche da Australia, Taipei e Giappone.

E il Sindaco di Pietrasanta Massimo Mallegni conferma la presenza alle prime tappe del granfondo

VERSILIA (LU)- Manca esattamente un mese all’evento motociclistico turistico-sportivo dell’anno, con partenza dalla Versilia ed un occhio agli scorci più belli del Centro Italia. Sono solo trenta infatti i giorni che ci separano dal pronti-attenti-via di quello che diventerà un vero e proprio istant-classic del motociclismo moderno: cinque giorni di viaggio, un percorso lungo oltre 800 km che partirà il 19 settembre da Lido di Camaiore e si concluderà il 24 settembre a Roma, dopo aver toccato gran parte della Toscana, l’Emilia Romagna, l’Umbria e il Lazio.

Le iscrizioni hanno raggiunto un elevato numero di partecipanti che provengono da ben 14 Paesi, fra i quali, con piacevole sorpresa dell’organizzazione, Australia, Giappone, Taipei, Stati Uniti e Russia. Molti sono gli stessi che hanno già preso parte alla prima edizione della Queens’ Cavalcade (avvenuta lo scorso anno alle isole Canarie), per altri sarà la prima esperienza, vuoi per il passaparola avvenuto dopo il successo del 2016, vuoi per la curiosità di partecipare ad un evento unico nel panorama del motociclismo internazionale.

Il tour previsto per le prime due giornate (20-21 settembre) toccherà gran parte della Versilia e delle città limitrofe. Nello specifico i bikers partiranno da Lido di Camaiore per poi raggiungere Pisa (Piazza dei Miracoli), Lucca (attraverso le sue mura), Pietrasanta (Piazza Duomo) e infine dirigersi verso le Cave di Marmo dell’Henraux con un saluto al Fortino di Piazza Garibaldi a Forte dei Marmi.

Il Sindaco di Pietrasanta Massimo Mallegni si è detto entusiasta ed ha già confermato la sua presenza almeno alle prime tappe del tour. Non solo. Il Comune di Pietrasanta ha messo a disposizione di partecipanti, ospiti e rappresentanti della stampa il seicentesco Chiostro di S.Agostino per il dinner in programma il 20 settembre, al termine della prima tappa. Una cornice tanto unica quanto preziosa che si va ad aggiungere al già nutrito carnet artistico di questa edizione 2017 patrocinata da Enit, l’Agenzia Nazionale del Turismo.

E’ un piacere per me poter presenziare a questo originalissimo evento turistico-sportivo, afferma il Sindaco Mallegni. Oltre ad essere un momento di aggregazione e svago, sarà sicuramente l’occasione per far conoscere Pietrasanta e le sue bellezze artistico-culturali alle decine e decine di motociclisti provenienti da più parti del mondo, che potranno apprezzare e perché no, innamorarsi della nostra cittadina. Sicuramente si tratta di un evento unico ed esclusivo per il nostro Comune e di questo devo ringraziare Daniele Papi, che ci ha voluto rendere omaggio scegliendo Pietrasanta come una delle tappe più importanti della Queens’ Cavalcade 2017.

E il passaggio del gruppo QC17 attraverso la Piazza del Duomo non passerà certo inosservato, non solo per il rombo dei motori. Il gruppo Queens’ infatti, quando si sposta, lo fa in maniera compatta, al fine di supportare i suoi bikers nelle necessità che emergono durante tutto il percorso.

La Queens’ Cavalcade è una ‘macchina’ composta da quasi 100 persone, spiega il patron Daniele Papi, fra partecipanti, staff tecnico, addetti stampa e organizzatori. Siamo un gruppo solido che e mette anima e corpo in quello che fa affinchè tutto sia curato nei minimi particolari. Niente è lasciato al caso: i bikers, come è già successo lo scorso anno durante la prima edizione, avranno un ricordo indelebile di questa originalissima esperienza sulle due ruote.

Si tratta di un evento a respiro internazionale che raccoglie partecipanti provenienti da molte nazioni europee e non solo, che ha ottenuto uno strepitoso successo lo scorso ottobre alle Isole Canarie, durante la sua prima edizione.

Nello specifico, si tratta una prova di ‘regolarità classica’ suddivisa in quattro tappe che vuole privilegiare lo spirito di aggregazione e di condivisione dell’evento e dove tutti i partecipanti saranno in condizione di competere alla conquista del Queens’ Trophy. La partecipazione sarà riservata ad un massimo di 100 motocicli, suddivisi in due gruppi: motocicli costruiti fino al 1987 e motocicli mono e bicilindrici costruiti a partire dal 1988.

Daniele Papi, ideatore e anima del progetto, conosce bene il mondo delle regine, come gli appassionati sono soliti chiamare le loro motociclette: toscano doc, classe 1949, è stato infatti Commissario Tecnico e Presidente del Settore Tecnico della Nazionale di Enduro a cavallo degli anni ’70 e ’80 quando, sotto la sua guida, l’Italia vinse il titolo mondiale (1979,1980,1981). Nel 1984 per Yamaha costituì e gestì la partecipazione ufficiale alla Paris-Dakar, per poi proseguire nei primi anni ’90 come Presidente del Settore Tecnico della Federazione Motociclistica Italiana.

Non stupisce quindi se il cuore di questo importante dirigente sportivo ‘viaggia su due ruote’, meglio se accompagnato da buoni amici, paesaggi mozzafiato e un tocco di ars culinaria che non guasta mai.

L’idea della Queens’ Cavalcade è nata quasi per scherzo, direi per una scommessa fatta con alcuni amici, vecchi collaboratori e compagni di avventure ai tempi della Paris-Dakar, racconta Papi. Vivo da anni alle Isole Canarie e da tempo non mi occupavo più di motociclismo, dopo aver dedicato tutta la vita alle due ruote. Sollecitato da amici appunto, ho pensato di organizzare un incontro per sfatare alcuni luoghi comuni da sempre radicati nel mondo del motociclismo, ovvero il fatto che coloro che viaggiano su moto d’epoca non vogliono mescolarsi con coloro che possiedono moto moderne e che chi viaggia su una Harley-Davidson non gradisce partecipare a convegni nei quali vi sono moto di altre marche. L’idea era quella di un evento dedicato alle due ruote che avesse però due anime al suo interno, ovvero quella turistica e quella competitiva.

E’ partito così il mio progetto, prosegue Daniele, che inizialmente sembrava più una sfida e avrebbe dovuto nascere e compiersi nel giro di una settimana. In realtà la forma di questo evento ha assunto dimensioni inaspettate e l’entusiasmo dei partecipanti mi ha fatto presto capire che la portata della Queens’ andava ben oltre il semplice tour motociclistico . Era nato un gruppo, un’intesa, un’amicizia e uno spirito di aggregazione che solo i veri bikers riescono a creare. E’ stato naturale dunque, in sede di conferenza stampa conclusiva dell’evento, che si parlasse già della seconda edizione, del dove e quando la Queens’ avrebbe potuto vivere nuovamente.

La location scelta per questa tanto attesa seconda edizione è il centro Italia, con le sue colline, l’arte, la cultura millenaria e il buon vino e la griglia di partenza sarà proprio la Versilia.

Durante il tragitto soggiorneremo in location mozzafiato, ci spiega Papi, e ci diletteremo a testare i prodotti tipici locali, un vanto per la nostra Italia: passeremo da ristoranti stellati e semplici locande, dove la parola d’ordine sarà: tradizione.

Se è vero che il cuore di un motociclista non si misura in pulsazioni, ma in numero di giri, siamo sicuri che quello dei partecipanti della QC 2017 batterà davvero forte !

Leggi l’articolo originale

Lucca In Diretta

Lucca In Diretta – 22 Agosto 2017

Da Lido di Camaiore l’edizione 2017 della Queens’ Cavalcade

QC PIETRASANTAManca esattamente un mese all’evento motociclistico turistico-sportivo dell’anno, la Queen’s Cavalcade, con partenza dalla Versilia ed un occhio agli scorci più belli del Centro Italia. Sono solo trenta infatti i giorni che separano dal pronti-attenti-via di quello che è diventato un vero e proprio istant-classic del motociclismo moderno: cinque giorni di viaggio, un percorso lungo oltre 800 chilometri che partirà il 19 settembre da Lido di Camaiore e si concluderà il 24 settembre a Roma, dopo aver toccato gran parte della Toscana, l’Emilia Romagna, l’Umbria e il Lazio.
Le iscrizioni hanno raggiunto un elevato numero di partecipanti che provengono da ben 14 Paesi, fra i quali, con piacevole sorpresa dell’organizzazione, Australia, Giappone, Taipei, Stati Uniti e Russia. Molti sono gli stessi che hanno già preso parte alla prima edizione della Queens’ Cavalcade (avvenuta lo scorso anno alle isole Canarie), per altri sarà la prima esperienza, vuoi per il passaparola avvenuto dopo il successo del 2016, vuoi per la curiosità di partecipare ad un evento unico nel panorama del motociclismo internazionale. Il tour previsto per le prime due giornate (20 e 21 settembre) toccherà gran parte della Versilia e delle città limitrofe. Nello specifico i bikers partiranno da Lido di Camaiore per poi raggiungere Pisa (Piazza dei Miracoli), Lucca (attraverso le sue mura), Pietrasanta (Piazza Duomo) e infine dirigersi verso le Cave di Marmo di Carrara, ospiti dell’Associazione degli Agri Marmiferi di Massa, con un saluto al Fortino di Piazza Garibaldi a Forte dei Marmi. Il sindaco di Pietrasanta Massimo Mallegni si è detto entusiasta ed ha già confermato la sua presenza almeno alle prime tappe del tour. Non solo. Il Comune di Pietrasanta ha messo a disposizione di partecipanti, ospiti e rappresentanti della stampa il seicentesco chiostro di S.Agostino per il dinner in programma il 20 settembre, al termine della prima tappa. Una cornice tanto unica quanto preziosa che si va ad aggiungere al già nutrito carnet artistico di questa edizione 2017 patrocinata da Enit, l’Agenzia nazionale del turismo. “E’ un piacere per me poter presenziare a questo originalissimo evento turistico-sportivo, afferma il sindaco Mallegni – Oltre ad essere un momento di aggregazione e svago, sarà sicuramente l’occasione per far conoscere Pietrasanta e le sue bellezze artistico-culturali alle decine e decine di motociclisti provenienti da più parti del mondo, che potranno apprezzare e perché no, innamorarsi della nostra cittadina. Sicuramente si tratta di un evento unico ed esclusivo per il nostro Comune e di questo devo ringraziare Daniele Papi che ci ha voluto rendere omaggio scegliendo Pietrasanta come una delle tappe più importanti della Queens’ Cavalcade 2017”. E il passaggio del gruppo QC17 attraverso la Piazza del Duomo non passerà certo inosservato, non solo per il rombo dei motori. Il gruppo Queens’ infatti, quando si sposta, lo fa in maniera compatta, al fine di supportare i suoi bikers nelle necessità che emergono durante tutto il percorso. “La Queens’ Cavalcade è una ‘macchina’ composta da quasi 100 persone – spiega il patron Daniele Papi – Fra partecipanti, staff tecnico, rappresentanti della stampa e organizzatori. Siamo un gruppo solido che mette anima e corpo in quello che fa, affinché tutto sia curato nei minimi particolari. Niente è lasciato al caso: vogliamo che i bikers, come è già successo lo scorso anno durante la prima edizione, ricavino un ricordo indelebile di questa originalissima esperienza sulle due ruote”.
LOGO-TGREGIONE

TGRegione.it – 21 Agosto 2017

Successo di iscrizioni per la Queens’ Cavalcade 2017: partecipanti anche da Australia,Taipei e Giappone. E il Sindaco di Pietrasanta Mallegni conferma la presenza alle prime tappe del granfondo

PIETRASANTA – (di Stefania Bernacchia) Manca esattamente un mese all’evento motociclistico turistico-sportivo dell’anno, con partenza dalla Versilia ed un occhio agli scorci più belli del Centro Italia. Sono solo trenta infatti i giorni che ci separano dal pronti-attenti-via di quello che è diventato un vero e proprio istant-classic del motociclismo moderno: cinque giorni di viaggio, un percorso lungo oltre 800 km che partirà il 19 settembre da Lido di Camaiore e si concluderà il 24 settembre a Roma, dopo aver toccato gran parte della Toscana, l’Emilia Romagna, l’Umbria e il Lazio.

Le iscrizioni hanno raggiunto un elevato numero di partecipanti che provengono da ben 14 Paesi, fra i quali, con piacevole sorpresa dell’organizzazione, Australia, Giappone, Taipei, Stati Uniti e Russia. Molti sono gli stessi che hanno già preso parte alla prima edizione della Queens’ Cavalcade (avvenuta lo scorso anno alle isole Canarie), per altri sarà la prima esperienza, vuoi per il passaparola avvenuto dopo il successo del 2016, vuoi per la curiosità di partecipare ad un evento unico nel panorama del motociclismo internazionale.

Il tour previsto per le prime due giornate (20-21 settembre) toccherà gran parte della Versilia e delle città limitrofe. Nello specifico i bikers partiranno da Lido di Camaiore per poi raggiungere Pisa (Piazza dei Miracoli), Lucca (attraverso le sue mura), Pietrasanta (Piazza Duomo) e infine dirigersi verso le Cave di Marmo di Carrara, ospiti dell’Associazione degli Agri Marmiferi di Massa, con un saluto al Fortino di Piazza Garibaldi a Forte dei Marmi.

Il Sindaco di Pietrasanta Massimo Mallegni si è detto entusiasta ed ha già confermato la sua presenza almeno alle prime tappe del tour. Non solo. Il Comune di Pietrasanta ha messo a disposizione di partecipanti, ospiti e rappresentanti della stampa il seicentesco Chiostro di S.Agostino per il dinner in programma il 20 settembre, al termine della prima tappa. Una cornice tanto unica quanto preziosa che si va ad aggiungere al già nutrito carnet artistico di questa edizione 2017 patrocinata da Enit, l’Agenzia Nazionale del Turismo.

E’ un piacere per me poter presenziare a questo originalissimo evento turistico-sportivo, afferma il Sindaco Mallegni. Oltre ad essere un momento di aggregazione e svago, sarà sicuramente l’occasione per far conoscere Pietrasanta e le sue bellezze artistico-culturali alle decine e decine di motociclisti provenienti da più parti del mondo, che potranno apprezzare e perché no, innamorarsi della nostra cittadina. Sicuramente si tratta di un evento unico ed esclusivo per il nostro Comune e di questo devo ringraziare Daniele Papi che ci ha voluto rendere omaggio scegliendo Pietrasanta come una delle tappe più importanti della Queens’ Cavalcade 2017.

E il passaggio del gruppo QC17 attraverso la Piazza del Duomo non passerà certo inosservato, non solo per il rombo dei motori. Il gruppo Queens’ infatti, quando si sposta, lo fa in maniera compatta, al fine di supportare i suoi bikers nelle necessità che emergono durante tutto il percorso.

La Queens’ Cavalcade è una ‘macchina’ composta da quasi 100 persone, spiega il patron Daniele Papi, fra partecipanti, staff tecnico, rappresentanti della stampa e organizzatori. Siamo un gruppo solido che mette anima e corpo in quello che fa, affinché tutto sia curato nei minimi particolari. Niente è lasciato al caso: vogliamo che i bikers, come è già successo lo scorso anno durante la prima edizione, ricavino un ricordo indelebile di questa originalissima esperienza sulle due ruote.

Ma che cos’è la QUEENS’ CAVALCADE?

Si tratta di un evento a respiro internazionale che raccoglie partecipanti provenienti da molte nazioni europee e non solo, che ha ottenuto uno strepitoso successo lo scorso ottobre alle Isole Canarie, durante la sua prima edizione.

Nello specifico, si tratta una prova di ‘regolarità classica’ suddivisa in quattro tappe che vuole privilegiare lo spirito di aggregazione e di condivisione dell’evento e dove tutti i partecipanti saranno in condizione di competere alla conquista del Queens’ Trophy. La partecipazione sarà riservata ad un numero limitato di motocicli, suddivisi in due gruppi: motocicli costruiti fino al 1987 e motocicli bicilindrici costruiti a partire dal 1988.

Daniele Papi, ideatore e anima del progetto, conosce bene il mondo delle regine, come gli appassionati sono soliti chiamare le loro motociclette: toscano doc, classe 1949, è stato infatti Commissario Tecnico della Nazionale di Enduro a cavallo degli anni ’70 e ’80 quando, sotto la sua guida, l’Italia vinse il titolo mondiale (1979,1980,1981). Dal 1982 fu Presidente del Settore Tecnico della Federazione Motociclistica Italiana e dal 1984 per Yamaha costituì e gestì la partecipazione ufficiale alla Paris-Dakar, e coordinò l’attività sportiva del marchio giapponese in velocità, motocross, enduro, per una decina d’anni. Non stupisce quindi se il suo cuore ‘viaggia su due ruote’, meglio se accompagnato da buoni amici, paesaggi mozzafiato e un tocco di ars culinaria che non guasta mai.

L’idea della Queens’ Cavalcade è nata quasi per scherzo, direi per una scommessa fatta con alcuni amici, vecchi collaboratori e compagni di sportive, racconta Papi. Vivo da anni alle Isole Canarie e da tempo non mi occupavo più di motociclismo, dopo aver dedicato tutta la vita alle due ruote. Sollecitato da amici appunto, ho pensato di organizzare un incontro per sfatare alcuni luoghi comuni da sempre radicati nel mondo del motociclismo, ovvero il fatto che coloro che viaggiano su moto d’epoca non vogliono mescolarsi con coloro che possiedono moto moderne e che chi viaggia su una Harley-Davidson non gradisce partecipare a convegni nei quali vi sono moto di altre marche. L’idea era quella di un evento dedicato alle due ruote che avesse però due anime al suo interno, ovvero quella turistica e quella competitiva.

E’ partito così il progetto, prosegue Daniele, che inizialmente sembrava più una sfida e avrebbe dovuto nascere e compiersi nel giro di una settimana. In realtà la forma di questo evento ha assunto dimensioni inaspettate e l’entusiasmo dei partecipanti mi ha fatto presto capire che la portata della Queens’ andava ben oltre il semplice tour motociclistico . Era nato un gruppo, un’intesa, un’amicizia e uno spirito di aggregazione che solo i veri bikers riescono a creare. E’ stato naturale dunque, in sede di conferenza stampa conclusiva dell’evento, che si parlasse già della seconda edizione, del dove e quando la Queens’ avrebbe potuto vivere nuovamente.

La location scelta per questa seconda edizione è il centro Italia, con le sue colline, l’arte, la cultura millenaria e il buon vino e la griglia di partenza si formerà proprio in Versilia.

Durante il tragitto soggiorneremo in location mozzafiato, ci spiega Papi, e ci diletteremo a testare i prodotti tipici locali, un vanto per la nostra Italia: passeremo da ristoranti stellati e semplici locande, dove la parola d’ordine sarà: tradizione.

 

Se è vero che il cuore di un motociclista non si misura in pulsazioni, ma in numero di giri, siamo sicuri che quello dei partecipanti della QC 2017 batterà davvero forte !

 

Leggi l’articolo originale

LOGO-TGREGIONE

TGRegione.it – 06 Agosto 2017

Queens’ Cavalcade 2017: il dinner della prima tappa si svolgerà nel Chiostro di Sant’Agostino

 

PIETRASANTA – (di Stefania Bernacchia) La Queens’ Cavalcade edizione 2017 si avvicina e i bikers sono pronti ad affrontare gli oltre 800 km che si estendono dalla Versilia fino ad arrivare nella nostra Capitale dopo ben 5 giorni di viaggio. L’originale evento turistico-sportivo, che è destinato a diventare un vero e proprio istant-classic del motociclismo moderno, partirà il 19 settembre prossimo e si concluderà il 24 settembre a Roma, dopo aver toccato gran parte della Toscana, l’Emilia Romagna, l’Umbria e il Lazio.

Siamo lieti di annunciare, afferma il patron della Queens’ Cavalcade Daniele Papi,  che il dinner in programma il 20 settembre, al termine della prima tappa, si svolgerà in una cornice tanto unica quanto preziosa. Il Comune di Pietrasanta infatti, tramite il proprio Sindaco Massimo Mallegni, ha messo a disposizione di partecipanti, ospiti e rappresentanti della stampa il seicentesco Chiostro di S.Agostino, un’ulteriore perla che si va ad aggiungere al già nutrito carnet artistico di questa edizione 2017 patrocinata da Enit.

Ma che cos’è la Queens’ Cavalcade?
Si tratta di un evento motociclistico turistico-sportivo a respiro internazionale che raccoglie partecipanti provenienti da molte nazioni europee e che ha ottenuto uno strepitoso successo lo scorso ottobre alle Isole Canarie, durante la sua prima edizione.
Nello specifico, si tratta una prova di ‘regolarità classica’ suddivisa in quattro tappe che vuole privilegiare lo spirito di aggregazione e di condivisione dell’evento e dove tutti i partecipanti saranno in condizione di competere alla conquista del Queens’ Trophy. La partecipazione sarà riservata ad un massimo di 100 motocicli, suddivisi in due gruppi: motocicli costruiti fino al 1987 e motocicli mono e bicilindrici costruiti a partire dal 1988.
Daniele Papi, ideatore e anima del progetto, conosce bene il mondo delle regine, come gli appassionati sono soliti chiamare le loro motociclette: toscano doc, classe 1949, è stato infatti Commissario Tecnico e Presidente del Settore Tecnico della Nazionale di Enduro a cavallo degli anni ’70 e ’80 quando, sotto la sua guida, l’Italia vinse il titolo mondiale (1979,1980,1981). Nel 1984 per Yamaha costituì e gestì la partecipazione ufficiale alla Paris-Dakar, per poi proseguire nei primi anni ’90 come Presidente del Settore Tecnico della Federazione Motociclistica Italiana.
Non stupisce quindi se il cuore di questo importante dirigente sportivo ‘viaggia su due ruote’, meglio se accompagnato da buoni amici, paesaggi mozzafiato e un tocco di ars culinaria che non guasta mai.
L’idea della Queens’ Cavalcade è nata quasi per scherzo, direi per una scommessa fatta con alcuni amici, vecchi collaboratori e compagni di avventure ai tempi della Paris-Dakar, racconta Papi. Vivo da anni alle Isole Canarie e da tempo non mi occupavo più di motociclismo, dopo aver dedicato tutta la vita alle due ruote. Sollecitato da amici appunto, ho pensato di organizzare un incontro per sfatare alcuni luoghi comuni da sempre radicati nel mondo del motociclismo, ovvero il fatto che coloro che viaggiano su moto d’epoca non vogliono mescolarsi con coloro che possiedono moto moderne e che chi viaggia su una Harley-Davidson non gradisce partecipare a convegni nei quali vi sono moto di altre marche. L’idea era quella di un evento dedicato alle due ruote che avesse però due anime al suo interno, ovvero quella turistica e quella competitiva.
E’ partito così il mio progetto, prosegue Daniele, che inizialmente sembrava più una sfida, e avrebbe dovuto nascere e compiersi nel giro di una settimana. In realtà la forma di questo evento ha assunto dimensioni inaspettate e l’entusiasmo dei partecipanti mi ha fatto presto capire che la portata della Queens’ andava ben oltre il semplice ‘pronti-partenza-via’. Era nato un gruppo, un’intesa, un’amicizia e uno spirito di aggregazione che solo i veri bikers riescono a creare. E’ stato naturale dunque, in sede di conferenza stampa conclusiva dell’evento, che si parlasse già della seconda edizione, del dove e quando la Queens’ avrebbe potuto vivere nuovamente.
La location scelta per questa tanto attesa seconda edizione è il centro Italia, con le sue colline, l’arte, la cultura millenaria e il buon vino e la griglia di partenza sarà proprio la Versilia.
Durante il tragitto soggiorneremo in location mozzafiato, ci spiega Papi, e ci diletteremo a testare i prodotti tipici locali, un vanto per la nostra Italia: passeremo da ristoranti stellati e semplici locande, dove la parola d’ordine sarà: tradizione.

Se è vero che il cuore di un motociclista non si misura in pulsazioni, ma in numero di giri, siamo sicuri che quello dei partecipanti della QC 2017 batterà davvero forte !

Di seguito il tragitto che i bikers avranno il piacere di percorrere nella Queens’ Cavalcade 2017.

La gara partirà dalla Versilia, più precisamente da Lido di Camaiore, per poi raggiungere Pisa (Piazza dei Miracoli), Lucca (attraverso le sue mura), Pietrasanta (Piazza Duomo) e infine dirigersi verso le Cave di Marmo dell’Henraux. La seconda tappa attraverserà le montagne passando prima da Castelnuovo Garfagnana fino al Passo delle Radici, per poi incontrare Fiumalbo, Pieve Pelago e Abetone. Sempre seguendo l’Appenino Tosco-Emiliano con una sosta al Santuario delle Bocche di Rio, la Cavalcade scenderà verso la Vallata del Mugello attraverso il Passo della Raticosa, fino ad arrivare all’Autodromo Internazionale del Mugello. I partecipanti potranno guardare Firenze dall’alto, da Fiesole prima e dal Piazzale Michelangelo dopo, per proseguire poi verso sud, Monteriggioni, San Gimignano, Siena, Montepulciano e costeggiando il Lago Trasimeno arrivare a Perugia. L’ultima tappa vedrà la Queens’ visitare Orvieto, e attraverso l’antico tracciato della Cassia arrivare fino all’Autodromo di Vallelunga dove la prova di media in pista rappresenterà l’ultima occasione per conquistare il Queen’s Trophy. Da Vallelunga i partecipanti raggiungeranno Roma e qui, dopo oltre 800 km di percorso, si concluderà la Queens’ Cavalcade con l’incoronazione del nuovo King per il 2017. I riders potranno trattenersi domenica 24 per visitare Roma insieme al gruppo.

Leggi l’articolo originale